Il Servo di Dio DON LUIGI STURZO (1871 -1959)

 

Eccoci giunti all’Anniversario, il 51esimo, della morte di Don Sturzo. Il suo dies natalis, avvenne infatti l’8 agosto del 1959. Sturzo era rientrato in italia, dopo il ventennale esilio, da 13 anni. E la sua dimora era presso la Casa delle Madri Canossiane a Roma, nella via Mondovi (oggi quella strada è intitolata ad un altro santo: don Luigi Orione. E, ulteriore “coincidenza”, quello stesso Istituto aveva ospitato, decenni prima, il Beato Rosmini…). Morì serenamente e santamente.

Ecco. Noi non solo lo ricordiamo ma lo preghiamo. Si, preghiamo fervorosamente il Servo di Dio don Luigi Sturzo perchè interceda presso il Trono dell’Altissimo per la nostra Patria. Lui, il più grande politico che la nostra Nazione ha avuto. Un modello. Anche per gli amministratori locali: il suo buongoverno della natìa Caltagirone è memorabile.

Preghiamolo, preghiamolo: non ci deluderà. E chi si sente “chiamato” dal Signore ad agire nella politica lo faccia e si affidi all’aiuto Celeste di Sturzo. Coraggio, fratelli in Cristo: il bene e la verità trionfano sempre. Lei, la Vergine Santa ci ha garantito il trionfo del Suo Cuore Immacolato.

Sturzo su facebook (proviamoci ancora)

sturzo ovvero la buona politica, gruppo facebook su sturzo, sturzo su facebook

Ci avviciniamo all’anniversario del Dies Natalis di Sturzo. Non è una “cifra tonda” come lo è stato, ad esempio, due anni fà (50esimo Anniversario) ma è comunque la nascita al Cielo. E per noi che siamo convinti non solo della santità di Don Luigi Sturzo ma che in quel giorno è entrato nella Vita Vera!

Ed in vista di questo giorno,  8 sturzo ovvero la buona politica,gruppo facebook su sturzo,sturzo su facebookagosto, faccio l’ennesimo tentativo di creare un gruppo o una pagina su facebook. Dico l’ennesimo in quanto vi sono state già altre esperienze in tal senso. Una era particolarmente riuscita: eravamo quasi  D U E M I L A persone ad aver aderito alla pagina fb a lui dedicata. Poi, tralasciamo i motivi, la pagina è scomparsa.

Ed allora eccoci qui: nel ringraziare tutti i fedeli lettori e nel ribadire le mie scuse se sono troppo pigro e questo blog non viene aggiornato quotidianamente (vi assicuro che me ne dispiace: soprattutto per quelle persone che, ogni giorno, danno uno sguardo qui) annuncio la nascita del gruppo

 
e che è assolutamente libero l’accesso e libera la possibilità di scrivere messaggi e commenti nella bacheca. Ogni persona è benvenuta e vi da ora vi accolgo con tanta simpatia ed un sorriso. Questo l’indirizzo :
 
 

Sacerdoti SANTI: l’esempio di san Giovanni Maria Vianney

san giovanni maria vianney, disponibilità dei Sacerdoti per la Confessione, Sacerdote in preghiera davanti al Santissimo Sacramento, sacerdote che prega per i parrocchianiOggi è la festa di san Giovanni Maria Vianney, splendida figura di Sacerdote francese vissuto nell’Ottocento. Il Papa Benedetto XVI lo ha solennemente indicato come esempio per tutti i Preti durante l’Anno Sacerdotale da lui indetto e che abbiamo vissuto lo scorso anno pastorale.

Quale la grandezza del Curato d’Ars? Semplice: egli era in tutto e per tutto Prete. Infuocato da una straordinaria carità e da un  grande amore per il Creatore egli sentiva come suo dovere la cura delle anime che a lui erano state affidate. Fortunati quei 250 abitanti di Ars ad avere un Parroco così! San Giovanni Maria Viannay non si risparmiava: ogni suo pensiero ogni sua fatica ogni suo progetto era per i suoi parrocchiani e per la loro Salvezza.

Da qui il suo zelante essere assolutamente disponibile alle Confessioni, il suo continuo essere fisicamente presente in Chiesa. I fedeli sapevano che lo trovavano in chiesa. E ci andavano. E restavano edificati nel vedere il loro Parroco che pregava davanti al Santissimo Sacramento!