sarà Vendola il prossimo Presidente del Consiglio. (ma il PD proprio non riesce ad accettarlo)

E’ molto probabile che il centrosinistra farà le primarie. E tutti i dirigenti, nazionali e locali, sanno bene che in tale circostanza il terlizzese con l’orecchino che ha esultato in piazza dopo aver “liberato” Milano (veramente ha detto “espugnato”, poi mi pare si è corretto. Vabbè, fatti loro), sbaraglierebbe tutti. Le sue “fabbriche” son già in fibrillazione: l’obiettivo è noto a tutti, portare Nichi a Palazzo Chigi.

Mentre tutti sanno -soprattutto dentro il piddì- quello che ho appena detto (anche se in realtà non è che seve un “mago” per saperlo) continuano le scaramucce che confermano, se ce ne fosse bisogno, l’antagonismo in atto fra dalemiani e vendoliani all’interno del vario e varipinto mondo excomunista. E si beccano nelle regioni dove hanno il potere.

Certo loro (degni eredi del PCI) erano e sono maestri nelle spartizioni e lottizzazioni: con la corrotta diccì eran pappa e ciccia ed han letteralmente dissanguato il nostro Paese con immensi sperperi di denaro pubblico. Ma ora la notizia è questa: il Segretario Regionale del partito di D’alema, Rosi Bindi e Bersani attacca Nichi Vendola. Ecco quel che dice l’Agenzia Ansa:

”Non sono in discussione le qualità soggettive degli attuali direttori generali; ma è certo, come purtroppo ampiamente risulta dalla storia e dalla cronaca di questi anni che gli attuali direttori generali sono stati nominati sulla base di un consolidato metodo di lottizzazione”.

Lo afferma il segretario regionale pugliese del Pd, Sergio Blasi, il quale chiede di ”rompere definitivamente con il passato e di dare, sul piano politico, una chiara risposta nel segno evidente della discontinuità in cui il merito ed una nuova generazione di manager lavori per una sanità migliore”.

Se uno dovesse infierire potrebbe ipotizzare che la spartizione, forse, è andata male ed allora i piddini non ci stanno. O forse baffino, che mai ha digerito l’ascesa del terlizzese (una volta disse “Lui il nuovo?Ma se me lo ricordo da trentanni dentro il partito”), cerca di far un pò di “sana” demonizzazione verso l’alleato scomodo (e pericolosamente ambizioso!). L’unica cosa buona dei comunisti è questa: litigano sempre fra loro, non sono mai uniti, e si bloccano a vicenda l’un l’altro. Riesce a tenerli uniti (ma solo temporaneamente) l’odio comune verso qualcuno (un politico) o verso una idea .

 
sarà Vendola il prossimo Presidente del Consiglio. (ma il PD proprio non riesce ad accettarlo)ultima modifica: 2011-06-04T23:04:00+02:00da dematteiscosimo
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento