E quel partito mette il ritratto di Sturzo nei circoli….

(ANSA) – FIRENZE, 29 GIU – Divideva la passione per la politica con quella per l’hard, cosi’ una giovane segretaria di un circolo Pd della provincia di Pisa ha deciso di girare un film porno. Nonostante la mascherina indossata durante le scene a luci rosse sarebbe stata riconosciuta confrontando le immagini con quelle del suo profilo su Facebook. Il passo inevitabile e’ stato quello delle dimissioni dal suo ruolo nel partito, richieste dai dirigenti.La giovane e’ considerata molto preparata dal punto di vista politico.BINDI E BERSANI.jpg

La “notizia” non meraviglia più di tanto, almeno per me è così. E non mi stupirei neppure se ne venissero scoperte altre. Il mondo -e quindi pure la politica- è piena di sporcaccioni. Non mi stupisco ma mi scandalizzo: la pornografia è una cosa squallida, diseducativa e moralmente gravissima. Sarebbe interessante sapere che ne pensa la sua corregionale e compagna di partito Rosi Bindi. E chissà che dice Bersani.

G I U S T I Z I A

La vendetta non è un sentimento cristiano. E se tale pestifero sentimento si affaccia nel cuore siamo chiamati ad allontanarlo subito, a sradicarlo prima che si insinui  e prenda dimora stabile: a quel punto diventa difficile scalzarlo. Precisato ciò ricordiamo che esiste un terrorista, criminale, mai pentito, autore di quattro omicidi e per essi la Magistratura italiana lo ha condannato. Costui, come è noto, è fuggito. La Francia -dove molti terroristi comunisti italiani han ricevuto un “asilo” morale. Poichè il Governo italiano stava per chiederne la estradizione il terrorista comunista assassino, autore di quattro omicidi, è fuggito ancora, stavolta nella più lontana America Latina. E precisamente in quel Brasile, crocevia di molti dei mali di questo mondo, ma soprattutto governato, fin pochi mesi fà, da un comunista con le medesime idee del pluriomicida in questione.

La richiesta di estradizione in Italia è stata respinta dal Brasile. Il pluriomicida, che in base alle Sentenze dovrebbe scontare quattro ergastoli, dal Brasile lancia strani messaggi in cui però non c’è la minima richiesta di perdono.

I familiari delle vittime non sono contenti di ciò. Un familiare -vittima anch’essa di costui ed invalidato da costui- chiede che, come gesto simbolico, si ponga sui balconi o sulle finestre un DRAPPO BIANCO, con la scritta “GIUSTIZIA”.

 

le lucide utopie della generazione commodore 64

Pongo volutamente in questo Sito una mia brevissima riflessione. La posto qui perchè Sturzo, nei vagheggiamenti di certuni, sarebbe un “padre nobile” nientemeno che loro (tokvìl,dau e cose simili). Ci tocca -MI tocca- quindi provare a salvare il Servo di Dio don Luigi Sturzo da la ennesima strumentalizzazione.

Ragazzi, la nostra generazione ha un cancro: credere di SAPERE TUTTO. Questo morbo (da sempre ne erano affetti comunisti et similia) ha gravemente infettato la c.d. intellighenzia del web (c’è chi la chiama generazione dei cresciuti col commodore 64) in mano a quarantenni libertari di centrodestra. Giornalisti di area, vittime della crisi dei 50 anni, si sciroppano ogni virgola di certi presuntuosi blog. E’ questa la “strada” da seguire?.

sarà Vendola il prossimo Presidente del Consiglio. (ma il PD proprio non riesce ad accettarlo)

E’ molto probabile che il centrosinistra farà le primarie. E tutti i dirigenti, nazionali e locali, sanno bene che in tale circostanza il terlizzese con l’orecchino che ha esultato in piazza dopo aver “liberato” Milano (veramente ha detto “espugnato”, poi mi pare si è corretto. Vabbè, fatti loro), sbaraglierebbe tutti. Le sue “fabbriche” son già in fibrillazione: l’obiettivo è noto a tutti, portare Nichi a Palazzo Chigi.

Mentre tutti sanno -soprattutto dentro il piddì- quello che ho appena detto (anche se in realtà non è che seve un “mago” per saperlo) continuano le scaramucce che confermano, se ce ne fosse bisogno, l’antagonismo in atto fra dalemiani e vendoliani all’interno del vario e varipinto mondo excomunista. E si beccano nelle regioni dove hanno il potere.

Certo loro (degni eredi del PCI) erano e sono maestri nelle spartizioni e lottizzazioni: con la corrotta diccì eran pappa e ciccia ed han letteralmente dissanguato il nostro Paese con immensi sperperi di denaro pubblico. Ma ora la notizia è questa: il Segretario Regionale del partito di D’alema, Rosi Bindi e Bersani attacca Nichi Vendola. Ecco quel che dice l’Agenzia Ansa:

”Non sono in discussione le qualità soggettive degli attuali direttori generali; ma è certo, come purtroppo ampiamente risulta dalla storia e dalla cronaca di questi anni che gli attuali direttori generali sono stati nominati sulla base di un consolidato metodo di lottizzazione”.

Lo afferma il segretario regionale pugliese del Pd, Sergio Blasi, il quale chiede di ”rompere definitivamente con il passato e di dare, sul piano politico, una chiara risposta nel segno evidente della discontinuità in cui il merito ed una nuova generazione di manager lavori per una sanità migliore”.

Se uno dovesse infierire potrebbe ipotizzare che la spartizione, forse, è andata male ed allora i piddini non ci stanno. O forse baffino, che mai ha digerito l’ascesa del terlizzese (una volta disse “Lui il nuovo?Ma se me lo ricordo da trentanni dentro il partito”), cerca di far un pò di “sana” demonizzazione verso l’alleato scomodo (e pericolosamente ambizioso!). L’unica cosa buona dei comunisti è questa: litigano sempre fra loro, non sono mai uniti, e si bloccano a vicenda l’un l’altro. Riesce a tenerli uniti (ma solo temporaneamente) l’odio comune verso qualcuno (un politico) o verso una idea .